Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 20 gennaio 2018
Articolo di: venerdì, 10 dicembre 2010, 3:59 p.

Trovato il corpo di Giuseppe Sogni

Il 73enne era scomparso da poco

Briga Novarese, 23 novembre 2010 - Come purtroppo si temeva, è stato ritrovato senza vita nel pomeriggio di lunedì 22 novembre il corpo del pensionato 73enne Giuseppe Sogni, scomparso dalla sua abitazione nelle prime ore del sabato precedente.

La scoperta è stata fatta intorno alle 16 da alcuni volontari che, insieme alle altre squadre, stavano perlustrando un’ansa del torrente Agogna, tra Borgomanero e Fontaneto, in località San Martino, dopo tre giorni di quasi ininterrotte ricerche, protrattesi nonostante le avverse condizioni meteorologiche. 

Circa un centinaio gli uomini impiegati e molti i mezzi messi a disposizione, comprese unità cinofile e nuclei di sommozzatori.

Cordoglio, dunque, per la tragica fine di un uomo socievole e disponibile, noto in paese per il suo passato impegno alle dipendenze del Comune. Molti, nei giorni scorsi, si erano stretti intorno alla famiglia (la moglie Clara, i figli Federico e Luisa e le adorate nipotine che, ogni giorno, nonno Giuseppe accompagnava a scuola). 

La gratitudine dei familiari verso quanti si sono prodigati nelle ricerche è stata affidata alle parole del primo cittadino, Rosanna Bellosta: "Credo di interpretare il desiderio della famiglia che, pur in un momento di grande dolore, ringrazia per il calore e la solidarietà delle persone, delle Istituzioni e delle associazioni che hanno lavorato in sinergia ed in modo instancabile, per ritrovare il loro congiunto".

Le ricerche erano state avviate lo scorso 20 novembre, a seguito della denuncia effettuata ai Carabinieri della stazione di Gozzano, subito interessando un ampio territorio, dal torrente alla collina, proseguendo lungo il corso d’acqua sino a Fontaneto. 

Domenica si era provveduto alla ricognizione del corso d’acqua con un gommone da rafting nel tratto Briga-Fontaneto d’Agogna. Purtroppo il livello del fiume non aveva reso possibile il rinvenimento del corpo, concretizzatosi soltanto lunedì.

Maria Antonietta Trupia

Articolo di: venerdì, 10 dicembre 2010, 3:59 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top