Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 18 febbraio 2018
Articolo di: domenica, 20 novembre 2011, 1:49 p.

Tumori sospetti a Ghemme

Lettera di un medico che ha constatato un’alta incidenza di un tipo di cancro

GHEMME - «Possibile che un tumore che riguarda due persone su un milione abbia colpito per ben due volte a Ghemme, una cittadina di meno di quattromila abitanti?». Questa l’angosciante domanda contenuta in una lettera di un medico ghemmese che vuole restare anonimo. Una missiva inviata a tutti i rappresentanti delle parti politiche di Ghemme per lanciare l’allarme sulla preoccupante incidenza dei carcinomi del surrene. E i rappresentanti delle liste "L’alternativa" e "Viva Ghemme Viva" hanno deciso di renderla pubblica senza svelare il suo nome, anche perchè a loro volta conoscono un altro ghemmese preso di mira dalla stessa patologia.

Secondo quanto testimoniato da Davide Brusotti e Maura Ferrari di "Viva Ghemme Viva" e Davide Ferrario di "L’alternativa", sarebbero ad oggi tre gli abitanti di Ghemme che stanno combattendo con un tumore del surrene, un rara malattia che colpisce le ghiandole surrenali. «Secondo le stime della comunità scientifica due casi all’anno dovrebbero esserci in una città come Torino, non come Ghemme» si legge nella missiva resa nota dai tre consiglieri di minoranza che, sospettando possa esserci un legame con la discarica, chiedono che il sindaco emetta d’urgenza un’ordinanza per interdire ai cittadini l’area intorno alla discarica in attesa di studi epidemiologici che facciano chiarezza sul fenomeno.

Lucia Panagini

Articolo di: domenica, 20 novembre 2011, 1:49 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top