Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 18 gennaio 2018
Articolo di: mercoledì, 19 settembre 2012, 5:52 p.

Vendemmia 2012, in calo del 10% ma ottima qualità

Preoccupa il diffondersi della flavescenza dorata, in particolare a Suno, Cressa e Bogogno

E’ ormai ben avviata la vendemmia 2012 nell’area delle colline novaresi, cominciata con una settimana d’anticipo rispetto al solito. Già da qualche giorno si stanno raccogliendo le uve a bacca bianca, seguiranno a breve quelle a bacca rossa (in particolare Vespolina, Bonarda e Croatina), mentre i Nebbioli, come sempre, chiuderanno il periodo della vendemmia. Coldiretti attende un calo del 10% circa rispetto allo scorso anno, una diminuzione che si riscontra in tutta Italia. L’uva, però, è poca ma buona. Secondo Coldiretti, infatti, sarà un’ottima annata sia per i bianchi che per i rossi. Le grandinate che hanno interessato il territorio provinciale, in effetti, hanno risparmiato buona parte delle aree di coltivazione della vite e i grappoli si presentano privi di difetti. Inoltre, il grado zuccherino è decisamente buono e, dunque, dalla vendemmia 2012 potranno derivare ottimi vini. I viticoltori però sorridono a metà. Se in bottiglia dovrebbe esserci un prodotto eccellente, infatti, la flavescenza dorata torna a colpire sul territorio vinicolo novarese. La recrudescenza di questa malattina della vite riguarda un’ampia area tra Suno, Mezzomerico, Marano Ticino, Cressa e Bogogno. “Nel Comune di Mezzomerico in particolare – sottolinea il viticoltore Giacomo Giustina – una task force di viticoltori particolarmente sensibile al problema è al lavoro per individuare zone focolaio in vigneti abbandonati, onde sollecitare i proprietari ad effettuare le opportune operazioni di contrasto”. Anche di questo si parlerà stasera e domani, rispettivamente a Ghemme e Borgomanero, negli incontri fissati da Coldiretti Novara Vco con i viticoltori, per discutere delle ultime novità legislative e degli adempimenti on il responsabile del  “In particolare – sottolinea il direttore di Coldiretti Novara Vco Gian Carlo Ramella - si parlerà di prospettive Ocm Vino 2014/2020 e mantenimento diritti di reimpianto; cenni di normativa viticola; cenni di normativa viti-vinicola; di gestione della flavescenza dorata e delle patologie varie in vigneti. A seguire, sarà aperta la discussione con il coinvolgimento dei partecipanti”.

Lucia Panagini

 

Articolo di: mercoledì, 19 settembre 2012, 5:52 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top