Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 14 dicembre 2017
Articolo di: sabato, 28 aprile 2012, 4:55 p.

Venerdì pomeriggio, l'ultimo saluto a Maria Giovanna Giudice

E' stata poi tumulata a Cavaglio d'Agogna

NOVARA - Chiesa parrocchiale di Lumellogno gremita, ieri pomeriggio, venerdì 27 aprile, per l'ultimo saluto a Maria Giovanna Giudice, 110 anni, la staffetta partigiana, premiata nel 2008 dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, con la madaglia di bronzo al merito civile.

Maria Giovanna, che avrebbe compiuto 111 anni il prossimo 28 settembre, se n'è andata all'alba del 25 aprile, giorno della Liberazione e da lei sempre molto sentito e partecipato. Era da qualche giorno in ospedale, a Novara.

Alla cerimonia, tra le tante autorità presenti, c'era l’ultimo ancora in vita dei “suoi ragazzi” della 89ª Brigata Garibaldi “Giuseppe Osella”: Giacomino  Foglia, nome di battaglia “Tek”. Maria Giovanna aiutava i partigiani della zona di Cavaglio d'Agogna, portando biglietti con informazioni e cibo. A rendere gli onori c’erano il gonfalone con medaglia d’oro di Novara, il Gonfalone del Comune di Cavaglio d’Agogna, il labaro dell’Anpi  provinciale e il labaro della sezione Anpi di Casalino e Cameriano. Maria Giovanna Giudice è poi stata tumulata nella tomba di famiglia al cimitero di Cavaglio d'Agogna. Lei era originaria di Agnellengo di Momo e da molti anni abitava con i nipoti Valeria e Giancarlo a Lumellogno.

Monica Curino

Articolo di: sabato, 28 aprile 2012, 4:55 p.
^ Top