Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 21 febbraio 2018
Articolo di: giovedì, 31 maggio 2012, 3:53 p.

Viaggio premio a Barcellona per il “Da Vinci”

Gli alunni dell’istituto tecnico di Borgomanero hanno vinto un concorso europeo

BORGOMANERO – Ancora una volta studenti borgomaneresi vincitori di un concorso. A distinguersi stavolta è stata la classe prima dell’Istituto Tecnico “Leonardo da Vinci”, che ha partecipato al progetto Safe Social Media dell’Unione Europea, vincendo il concorso collegato alla divulgazione dei concetti di sicurezza sul web. Il percorso degli alunni è cominciato a febbraio, quando hanno assistito alla conferenza di Safe Social Media, poi l’organizzazione di una serata dal titolo chiarissimo “Sai che cosa fa tuo figlio in Internet?”, infine gli stessi ragazzi sono diventati insegnanti per gli alunni della scuola media di Borgomanero. Un impegno che è valso alla classe un viaggio premio di tre giorni a Barcellona, dove i ragazzi hanno potuto incontrare la classe vincitrice del concorso spagnolo. A raccontarlo sono gli stessi ragazzi che scrivono: “Il giorno 23 maggio abbiamo preso l’aereo Malpensa – Barcellona insieme  alle docenti Claudia Faccin e Anna Vanoli e insieme a una responsabile del progetto dell’Associazione Davide.it di Torino. Abbiamo visitato Plaza Catalunya, il mercato e le Ramblas e alla sera siamo usciti a bere qualcosa tutti insieme. Giovedì 24 abbiamo visitato la città a bordo del bus  turistico scoperto.  Abbiamo visto le bellezze più caratteristiche di Barcellona: la Sagrada  Familia, Parc Güell di Gaudì, il quartiere Olimpico, il Montjuic e il Camp Nou.  Verso la fine della giornata siamo riusciti anche a fare il bagno nel mare alla Barceloneta. Alla sera abbiamo incontrato i ragazzi spagnoli e insieme siamo usciti a vedere la spettacolare fontana Magica in Plaza Espanya”.

Lucia Panagini

Articolo di: giovedì, 31 maggio 2012, 3:53 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top