Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 24 aprile 2017

Amministrative a Borgomanero, Piergiorgio Fornara candidato sindaco

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia BORGOMANERO – Piergiorgio Fornara, 66 anni imprenditore impegnato anche nel volontariato sociale, sarà candidato sindaco sostenuto da tre liste civiche nell’ambito del centro sinistra: “Attenzione e Coraggio” che avrà come referente Marco Bertona, “I democratici per Borgomanero” guidata da Filippo Dal Molin e “Pro Borgo” capeggiata da Manuel Cerutti. La presentazione ufficiale della candidatura Fornara ha avuto luogo venerdì alle 18 presso il “River Café” all’interno del parco della Resistenza di viale Dante. “Ci riconosciamo – ha detto Fornara – in principi comuni, come alternativa all’amministrazione uscente di centro destra che ha governato la città negli ultimi dieci anni. Borgomanero deve guardare oltre i suoi confini e riprendere il naturale ruolo di leadership territoriale che ha perso insieme a molti dei servizi che da sempre l’hanno caratterizzata. Politiche economiche, ambientali, sociali, sanitarie, culturali, turistiche devono essere condotte facendo rete con le altre amministrazioni. Vogliamo – ha aggiunto una città con un’amministrazione efficiente ed inclusiva, aperta ai giovani, al commercio, al lavoro. Vogliamo un ambiente sano, un’elevata qualità di vita e di offerta culturale, una mobilità pulita e sostenibile, un’attenzione ai consumi energetici e un migliore utilizzo delle risorse”. L’incontro è stato presentato da Maria Ferrero, public relation della coalizione e ha visto gli interventi a nome delle liste di Marco Bertona, Manuel Cerutti e di Gaetano Vullo, già assessore alla viabilità, intervenuto in  rappresentanza del referente della lista “I democratici per Borgomanero” Filippo Dal Molin.  Nella foto, di Panizza, da sinistra verso destra Marco Bertona, Piergiorgio Fornara, Gaetano Vullo e Manuel Cerutti. Carlo Panizza

Pioggia di medaglie per i giovani karateki borgomaneresi

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia BORGOMANERO – Pioggia di medaglie, quindici in tutto,  per i giovanissimi karateki della A.S. Nuova Ren Bu Kan diretta da Walter Corrà, cintura nera 7°Dan, impegnati nel Campionato italiano Us Acli tenutosi nella “Palestra 2 Giugno” a La Spezia.  Nella disciplina “kata”, Sabrina Reitano, Cristian Marasco, Sara Leu e Daniel Marasco (cinture gialle) hanno conquistato la medaglia d’oro mentre Carlotta Sandon (cintura arancio) ha ottenuto la medaglia d’argento mentre Ismaele Leo, Tommaso Triolo e Lorenzo Marasco (cinture gialle) hanno guadagnato quella di bronzo.  Nella specialità “kumite” sul gradino più alto del podo è salito Ismaele Leo, Manuel Bottini (cintura marrone), Lorenzo Marasco, Carlotta Sandon e Sabrina Reitano hanno conquistato la medaglia d’argento mentre Stefania Zappa (cintura nera) e Daniel Marasco hanno ottenuto la medaglia di bronzo. Nella foto, gli atleti della “Nuova Ren Bu Kan” con sede a Borgomanero in piazza Mazzini 88 raggianti dopo la brillante prestazione in terra ligure e la conquista di quindici medaglie. Carlo Panizza

Gli appassionati di montagna per un giorno… al mare

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia BORGOMANERO – I soci del Cai di Borgomanero per una volta sono andati al mare. Non però a sollazzarsi in spiaggia bensì per una impegnativa escursione in terra ligure. Punto di partenza Camogli da dove i novanta partecipanti alla gita, tra soci e simpatizzanti del club hanno iniziato la salita alla chiesa di S. Pietro e poi lungo la costiera con passaggi supportati da catene fino all’incantevole baia di S. Fruttuoso. “Una gita tutt’altro che facile – dice il presidente Cai Gianni Fioramonti -  lunga una dozzina di chilometri e quasi 800 m di dislivello che lascia in alcuni punti senza fiato e mette a prova resistenza e fatica ma lo sfondo del mare, i tradizionali ulivi e l’esplosione di mille colori floreali che hanno accompagnato gli escursionisti hanno mitigato i disagi”.   Anche dopo la pausa pranzo consumato nella baia in riva al mare ad attendere la comitiva una nuova impegnativa salita di quasi 300 m nella fantastica macchia mediterranea per poi ridiscendere fino alla piazzetta di Portofino.  Nella foto, gli appassionati di montagna per un giorno….al mare. Carlo Panizza

Borgomanero dice no al progetto di Shell

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia BORGOMANERO - All’unanimità il Consiglio comunale ha detto no mercoledì sera al progetto Cascina Alberto avviato da Shell, multinazionale nel settore degli idrocarburi finalizzato ad effettuare sondaggi sul territorio per verificare l’esistenza di zone potenzialmente “ricche” di petrolio. La Giunta aveva già deliberato in tal senso il 14 gennaio 2013 e il sindaco Anna Tinivella (nella foto) aveva confermato questa posizione nella seduta consiiare del 29 marzo di quest’anno rispondendo ad un’interpellanza presentata dal consigliere del Movimento Cinque Stelle Diego Lot. «Confermiamo in questa sede – ha ribadito mercoledì il primo cittadino – la nostra assoluta contrarietà al progetto in considerazione al delicato assetto idrogeologico del nostro territorio e il rischio che possano essere compromesse le acque sorgive e le risorse idriche presenti nel sottosuolo. Non dimentichiamoci poi che la nostra è una zona altamente urbanizzata e con un’importante presenza di attività agricole». Pieno appoggio alle parole del sindaco sia dai banchi della maggioranza con Andrea Mora che ha osservato «come si possa andare alla ricerca di petrolio in tempi in cui l’obiettivo è quello di trovare fonti energetiche alternative», sia da parte della minoranza. Gianni Barcellini (“Lista per Borgomanero”) ha proposto di coinvolgere anche i Comuni della zona per esprimere, attraverso un’unica delibera, il no a qualsiasi futura proposta di ricerca di idrocarburi da parte delle società petrolifere. Il progetto di Shell prevede un’area di esplorazioNe di 462,14 km quadrati, suddivisa fra Piemonte e Lombardia, nelle province di Vercelli, Novara, Varese e Biella. Non sono previste inizialmente attività perforative. Nonostante la multinazionale si sia impegnata “a ricercare petrolio in modo sostenibile, sicuro e responsabile” diverse amministrazioni comunali, come nel caso di Borgomanero hanno già risposto picche. Carlo Panizza 

La mostra del vino apre la primavera ghemmese

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia GHEMME - La mostra del vino di Ghemme, tradizionale appuntamento di primavera in bassa Valsesia e overture dei festeggiamenti in onore alla patrona Beata Panacea, taglia il traguardo di 20 anni dell’attribuzione della docg (denominazione d’origine controllata e garantita) e giunge alla 47° edizione con tanto di sorprese e novità che non mancheranno di coinvolgere chi si recherà alla Barciocca per sorseggiare un buon bicchiere di vino. L’inaugurazione è fissata per martedì prossimo 25 aprile, chiusura domenica 7 maggio con un solo giorno di riposo previsto (il 2 maggio). Tra le novità uno spazio particolare per il mondo della solidarietà: da venerdì 5 a domenica 7 maggio, infatti, sono in calendario alcune iniziative a favore delle popolazioni colpite dal terremoto nel centro Italia, con ospiti da Amatrice; l’associazione Casa Alessia di Novara, inoltre, sarà presente per sensibilizzare i presenti circa l’iniziativa di realizzazione di una cucina per una scuola di Norcia. Ma Ghemme darà degna attenzione soprattutto ai vent’anni della docg, in realtà già festeggiati a febbraio a Roma al ministero delle politiche agricole, con un’intera giornata (il primo maggio, dalle 11 alle 19) durante la quale si potrà bere soltanto Ghemme docg (tutti gli altri vini saranno banditi quel giorno): una decina di produttori allestiranno i propri stand all’interno del Ricetto e avvieranno le degustazioni per i presenti. L’ingresso alla manifestazione è gratuito e ci sarà spazio anche per chi vorrà deliziare il proprio palato con le prelibatezze locali (vino a parte): presenti panini con i salumi e col bagnetto, acqua, biscotti o caffè, regolarmente a disposizione dei visitatori nelle cantine dedicate. Il Comune, per evitare che la festa si trasformi in un momento spiacevole, ha emanato un regolamento ad hoc con una serie di provvedimenti “anti-ubriachi” già scattati sabato in occasione dell’apertura del luna-park: prevedono che i bar ghemmesi non possano aprire prima delle 5 del mattino e debbano chiudere entro le 23.30. Nello stesso periodo non potranno vendere per asporto all’esterno bevande alcoliche di qualunque gradazione, in vetro o in lattina, mentre le bevande in bottiglia dovranno essere consumate sul posto. Sarà vietato anche consumare bevande alcoliche e bibite in qualsiasi tipo di contenitore di cui è vietato l’abbandono, sul suolo pubblico al di fuori delle aree di somministrazione. Questa disposizione sarà valida per piazza Castello e le aree limitrofe (via Interno Castello, via Ospedale, via Marino del Grande, via Gaudenzio Ferrari, via Monte Rosa, via San Dionigi, via San Genesio, via Rovida e via Lungo Mora Superiore. Gli operatori della mostra, inoltre, dovranno sorvegliare i due ingressi della Barciocca con personale addetto al controllo. Sanzioni? Si va da 25 sino a 500 euro. Paolo Usellini 

Carrefour ultimo atto, oggi chiude

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia BORGOMANERO - Carrefour ultimo atto. Alle 20,30 di oggi, sabato 22 aprile, l’ipermercato di viale Kennedy chiuderà i battenti. Riaprirà sotto forma di “discount”, sempre controllato dalla multinazionale francese probabilmente entro metà giugno. Andrà però ad occupare solo 1200 dei 2400 metri quadrati di superficie commerciale. Di conseguenza verrà ridotto anche il personale che nel caso specifico è costituito soprattutto da donne, la maggior parte delle quali è lontana dall’età pensionabile. A fronte di un organico di 57 dipendenti nel nuovo “discount” realizzato sul modello di quelli già sperimentati con successo in Spagna con prodotti del territorio, ne verrebbero riassunti solo 21, tenuto conto che nel frattempo altri 17 avrebbero aderito all’esodo incentivato su base volontaria proposto dall’azienda. Questo è quanto sarebbe emerso dalle laboriose trattative con i Sindacati che puntavano ad ottenere un maggior numero di assunzioni, dichiarandosi anche disponibili ad accettare una riduzione degli orari di lavoro per poter far posto a più lavoratrici. Per gli esuberi dovrebbe essere avviata la procedura di mobilità o in subordine di ricollocazione in altri punti vendita. Organizzazioni sindacali e vertici aziendali dovrebbero siglare oggi l’accordo definitivo sulla base di una “bozza” concordata giovedì 6 aprile presso la sede di Carrefour Italia a Bologna e sottoposta nei giorni scorsi ai dipendenti della struttura. La chiusura dell’Ipermercato di viale Kennedy secondo l’azienda sarebbe stato determinato dai bilanci che avrebbero fatto registrare passivi di un milione di euro annui. Analoga situazione anche per altri punti vendita sparsi sul territorio nazionale tra cui Trofarello in provincia di Torino. Contro la decisione aziendale in città erano state raccolte più di duemila firme e della vicenda si erano interessati a vario titolo l’amministrazione comunale , l’onorevole Franca Biondelli nella sua veste di Sottosegretario al Ministero del Lavoro oltre all’assessore regionale Gianna Pentenero. Sabato 11 marzo si era poi tenuta una pubblica assemblea in piazza Martiri alla quale aveva partecipato anche una rappresentanza dei lavoratori dell’ ipermercato di Trofarello e del centro commerciale di viale Giulio Cesare di Novara per il quale l’azienda aveva richiesto di avviare la procedura di mobilità per 11 dipendenti.  Carlo Panizza 

Vento e sbalzi climatici, agricoltura in ginocchio

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia Martedì e mercoledì (ma ancora non si è del tutto calmato), il vento ha continuato a calare impetuoso dalle Alpi alla pianura. La temperatura che si abbassa velocemente, una natura in risveglio che va in crisi. Non solo, perché le raffiche hanno scoperchiato tetti e devastano i ‘tunnel’ di coltivazione un po’ in tutta l’area delle due province, ma con particolare insistenza nel Medio e Basso Novarese. Nel Vco, invece, il vento ha alimentato ancor più gli incendi della Val Cannobina, ora faticosamente domati.In diverse zone, anche di pianura, la colonnina di mercurio in queste mattinate è scesa addirittura sottozero.E Coldiretti lancia l’allarme. I danni alle strutture sono a macchia d’olio, così come quelli ai vigneti, in particolare nelle zone ‘basse’ tra Briona, Barengo, Fara, Ghemme e Romagnano Sesia, ma anche nella zona di Suno e Bogogno: in alcuni vigneti si registra il 100% di danni, con una media del 25%.Addirittura, tra Momo e Caltignaga ieri mattina è ghiacciata l’acqua da poco immessa nelle risaie.Il maltempo ha toccato anche le piante da frutto e gli ortaggi, compresi quelli in serra che, visto il caldo degli ultimi giorni, si trovavano già ad uno stato avanzato di vegetazione. Ripercussioni anche per gli apicoltori, in particolare nell’area di Oleggio e del Medio Novarese poiché il vento, unito alla siccità, sta danneggiando la fioritura dell’acacia.«Si è verificata una concatenazione di fattori climatici che ha fatto cambiare in modo repentino le temperature, passando dal forte caldo alla brina» sottolinea il presidente di Coldiretti Novara Vco Sara Baudo.«D’altronde a marzo, ad esempio, la temperatura è stata di ben 2,5 gradi superiore alla media del periodo di riferimento mentre le precipitazioni sono praticamente state dimezzate, arrivando ad un -54%. Sbalzi che sempre di iù si stanno verificando sui nostri territori e che portano, però, conseguenze negative per le colture. I tecnici di Coldiretti Novara Vco sono in allerta ed al lavoro per monitorare tempestivamente la situazione visto che, oltretutto, si prevede per le prossime notti un ulteriore calo delle temperature».A preoccupare – conclude la Coldiretti interprovinciale – «è il repentino capovolgersi del tempo con i cambiamenti climatici in atto che in Italia si manifestano con ripetuti sfasamenti stagionali ed eventi estremi anche con il rapido passaggio dalla siccità all’alluvione, precipitazioni brevi e violente accompagnate anche da grandine con pesanti effetti sull’agricoltura dei nostri territori, che si sono acuiti negli ultimi anni».I dati, anche a livello nazionale, parlano chiaro: l’agricoltura italiana ha subito danni per 14 miliardi di euro a causa delle bizzarrie del tempo.Laura CavalliLeggi di più sul Corriere di Novara di sabato 22 aprile 2017

Vitalizi in Regione: in tanti superano i 6mila euro

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia Dieci pagine di nomi, per un totale di 192 consiglieri. Sono i nomi dei consiglieri piemontesi che incassano ancora il vitalizio, prima dell'abolizione decisa dall'assemblea che interessa però soltanto i consiglieri di questa legislastura, e sono, da ieri, tutti online alla voce "amministrazione trasparente" del sito del consiglio regionale del Piemonte.L'importo minimo è di 700 euro, destinato alla moglie di un consigliere deceduto. Il massimo, invece, va a Ugo Cavallera, assessore alla Sanità nella seconda parte della legislatura di Roberto Cota, che incassa oltre 7mila euro mensili. Subito dietro, con un vitalizio di 6.925 euro, la novarese Giuliana Manica, attuale presidente del Pd regionale e a lungo capogruppo a Palazzo Lascaris.A superare i 6mila euro sono in tanti “ex”, da Angelo Burzi di Forza Italia ai suoi compagni di partito Pier Luigi Gallarini e Mariangela Cotto, a Pino Chiezzi, ex Comunisti Italiani.L'ex presidente della Regione Enzo Ghigo incassa 3.300 euro, mentre il suo assessore alla Cultura, Giampiero Leo, ne guadagna ogni mese 5.800. Facendo un calcolo, si può valutare che, con una sola legislatura si ha diritto a una cifra attorno ai 3mila euro, per 2 legislature la somma sale a 5-6 mila euro.Con la decisione assunta la scorsa settimana dal Consiglio regionale, sempre sul sito del Consiglio sono stati pubblicati anche i nomi di chi ha deciso di recuperare i contributi versati per avere diritto all'assegno vitalizio, rinunciando a quanto gli spetterebbe. L'unico, invece, ad aver rinunciato sia al vitalizio sia ai contributi è Davide Bono dei Cinque Stelle, che ha rinunciato a 81.537 euro in totale. Cinquanta consiglieri hanno chiesto la restituzione dei contributi già trattenuti per assegno e reversibilità: nell'elenco c'è anche il presidente del Consiglio re gionale Mauro Laus.In lista Antonello Angleri, Angiolino Mastrullo, Eleonora Artesio ex-assessore e ora consigliera comunale, Michele Coppola, ex-assessore alla cultura con Cota e adesso responsabile del programma culturale di Intesa San Paolo. Tra i novaresi c’è l'ex governatore leghista Roberto Cota, il suo assessore e sindaco di Novara, Massimo Giordano, e Roberto Boniperti. Sandro Devecchi 

Fiamme a Gattico non distante dalla chiesa parrocchiale

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia GATTICO, Fiamme da una legnaia nel pomeriggio di oggi, venerdì 21 aprile, a Gattico, in provincia di Novara.L’incendio si è sprigionato una decina di minuti prima delle 15,30 in una legnaia posta non distante dalla chiesa parrocchiale del comune del Borgomanerese, edificio sacro dedicato ai Santi Cosma e Damiano. Fortunatamente le fiamme non hanno raggiunto la chiesa. Sul posto i Vigili del fuoco con due squadre, vigili che si sono occupati dello spegnimento del rogo. Ad andare in fumo, circa 40 quintali di legna. A dare l’allarme alcuni vicini, che – avendo visto prima il fumo e poi le fiamme – hanno allertato i Vigili del fuoco. Sul posto anche i Carabinieri, che si stanno occupando di ricostruire l’origine dell’incendio. Fortunatamente nessun danno per le abitazioni poste in zona e neanche per la parrocchiale.mo.c

Terza Stragrignasco, sport per beneficenza

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia GRIGNASCO - Terza edizione per la Stragrignasco, corsa podistica non competitiva e camminata benefica, quest'anno a favore dell'associazione Igea operante nel settore sanitario e della prevenzione e che a breve allargherà il suo raggio di azione a Grignasco.  La corsa e camminata organizzata dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera e Atletica Valsesia in collaborazione con il Comune di Grignasco si terrà domenica 23 aprile per le vie centrali e frazioni del paese con iscrizioni aperte in piazza Cacciami dalle ore 8.30. «Come l'anno scorso – spiega l’assessore Alessandro Balzarini - la partenza sarà da via Roma e l'arrivo presso il municipio vecchio. I percorsi saranno ben segnalati e presidiati grazie al supporto dato dal gruppo Aib, Sre e nonni vigili; le partenze saranno alle 10 il Nano giro per i bambini fino agli 11 anni; alle 10.30 il Mini giro riservato ai bambini fino ai 14 anni; infine alle ore 11 la partenza sia della corsa podistica e della camminata di circa 7 km. A tutti i partecipanti al Nano e Mini giro verrà data la medaglia ricordo oltre ai premi ai primi tre classificati. Anche i primi arrivati del giro completo verranno premiati con cesti realizzati grazie al contributo dei commercianti. Grazie all'aiuto prestato dalla Società Pescatori Grignasco, dal Gruppo Genitori e dalla Pro loco siamo riusciti ad organizzare un ristoro finale nel cortile del municipio vecchio. Grazie al Comitato Carnevale del Simp a metà tragitto, in frazione Torchio, ci sarà una piccola tappa di ristoro. Tutti i soldi raccolti dalle iscrizioni verranno devoluti ad Igea che opera sul territorio. Quindi l’ invito a partecipare vale anche per i paesi limitrofi». p.u.
ITOF sotto scoop
Riaprirà dimezzato
Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia Articolo del: 22-04-2017

Carrefour ultimo atto, oggi chiude

Coldiretti lancia l’allarme
Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia Articolo del: 22-04-2017

Vento e sbalzi climatici, agricoltura in ginocchio

Ma c'è anche chi rinuncia
Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia Articolo del: 22-04-2017

Vitalizi in Regione: in tanti superano i 6mila euro

L'assemblea ha approvato il...
Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia Articolo del: 20-04-2017

Banca Sella, dividendi per 7,4 milioni

18-12-2015
| Papa Francesco e “Rassa Nostrana”
08-09-2015
| il filmato del primo volo dell F35 a Cameri
16-03-2011
| Coffee Party - Appuntamento di Pernate con il Corriere di Novara
14-03-2011
| SPORTS NEWS - Pinardi prima di Atalanta - Novara
14-03-2011
| SPORTS NEWS - Parlano Andrea Lisuzzo e Marco Rigoni
Vai alla sezione Fotogallery completa » Guarda tutti i video »
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
AIN - ASSOCIAZIONE-INDUSTRIALI-NOVARA
Banner quadrato 03 - centro il gallo
Più letti nella settimana
Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia | 22-04-2017 | (letto 1422 volte)
Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia | 20-04-2017 | (letto 880 volte)
Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia | 19-04-2017 | (letto 432 volte)
Banner quadrato 04 - locauto
^ Top
"POPUP"