Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 26 maggio 2017

L'assessore regionale alla Sanità sul Ss.Trinità: «Un’eccellenza»

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia BORGOMANERO - Un’eccellenza nel panorama sanitario piemontese. Ha definito così l’ospedale Ss. Trinità di Borgomanero l’assessore regionale alla sanità Antonio Saitta intervenuto lunedì sera nella sala conferenze “Carlo Giustina” della Soms all’incontro sul tema “Sanità, il buon governo della Regione e la forza del territorio” organizzato dal locale Circolo Pd nell’ambito della campagna elettorale a sostegno della candidatura a sindaco di Corrado Rossi, appoggiato da Pd e dalla lista civica “Siamo Borgomanero”. Dopo i saluti dell’onorevole Franca Biondelli, sottosegretario al Welfare, dell’assessore regionale alle Politiche sociali Augusto Ferrari e del segretario provinciale del partito Mauro Gavinelli, Saitta ha detto: «Dopo quasi tre anni di incarico nella sanità noto che il locale ospedale nonostante le difficoltà generali ha assunto un ruolo importante nel sistema sanitario regionale. Lo vedo dai dati di mobilità che testimoniano che per alcune discipline si viene sempre più spesso a Borgomanero. E’ un dato significativo perché la forza di un ospedale la si misura nella capacità di attrarre pazienti». Superato, quindi, il rischio di una riduzione di posti letto così come era stato ventilato  qualche tempo fa? «In base a questo importante ruolo che ha assunto in ambito regionale ritengo che la questione dei posti letto verrà affrontata e risolta in modo mirato». Quale voto può dare alla sanità in Piemonte? «Se dovessi dare io un giudizio alla sanità piemontese sarebbe un giudizio condizionato. Lo Studio Ambrosetti di Milano colloca la sanità piemontese al quarto posto come eccellenza in ambito nazionale mentre secondo il Ministero della Salute siamo al secondo posto dopo la Toscana. Abbiamo un quadro di eccellenza che non sempre, purtroppo, viene percepito. Sulla qualità delle cure - ha detto ancora Saitta – gli ospedali vanno bene. Il problema grosso da affrontare e sul quale stiamo invece lavorando da tempo è l’assistenza territoriale domiciliare. E’ un grosso lavoro da attuare con la collaborazione dei medici di famiglia perché sta crescendo da parte della rete territoriale un’attenzione a questi bisogni che sino a qualche anno fa era solo concentrata sui posti letto ospedalieri. L’offerta di salute è adeguata alla domanda? La risposta è no. Questo perché è cambiata la domanda, soprattutto perché c’è più cronicità. E la risposta alla cronicità non è sempre e solo l’ospedale. E’ un problema di cure territoriali. Stiamo rimodulando l’offerta sanitaria con ospedali sempre più specializzati, affrontando il problema del dopo. Superata la fase acuta dove vanno i pazienti e come vanno seguiti? Tenerli in ospedale sarebbe una violenza. Occorre cercare di tenerli per quanto possibile a casa potenziando l’assistenza domiciliare e anche attraverso la realizzazione di strutture infermieristiche gestite anche dai medici di base. Questo per evitare di intasare il Pronto Soccorso con accessi impropri. A Savigliano, in provincia di Cuneo ad esempio, questo avviene già da tempo. In un anno dallo studio infermieristico dei medici di famiglia sono passati ventimila pazienti». Nella foto, di Panizza, da sinistra verso destra Corrado Rossi, Antonio Saitta, Franca Biondelli, Augusto Ferrari e Mauro Gavinelli.Carlo Panizza

Gli "StreetGames" tornano a Omegna

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia Torna a Omegna dal 7 al 9 luglio la manifestazione sportiva "StreetGames". La dodicesima edizione è stata presentata mercoledì a Palazzo Lascaris a Torino. Un'edizione ricca di novità, in primis il fatto che toccherà quattro diverse città del Piemonte, compreso il capoluogo. Sempre tre i tornei principali (basket, calcio a 5 e beach volley) e numerose esibizioni di arti marziali, atletica, hockey su pista ed esibizioni, scuole di danza e un’area concerti dedicata alla musica dal vivo che ogni sera accompagnerà la kermesse sportiva. Oltre tremila gli atleti che parteciperanno in 19 diverse discipline sportive nei nove giorni della rassegna. Queste le tappe dell'edizione 2107: oltre a Omegna, dal 16 al 18 giugno a Trecate, dal 24 giugno al 2 luglio a Novara e per la prima volta a Torino, dal 14 al 16 luglio nell’area di parco Dora.“StreetGames è una manifestazione importante, che permetterà di contaminare l’intera città con tutto ciò che fare sport comporta: inclusione, relazioni, ambiente, corretti stili di vita e benessere - ha affermato il presidente del Consiglio regionale - È compito della politica e delle istituzioni facilitare e veicolare sul territorio questo tipo di eventi affinché i cittadini possano toccare con mano quanto lo sport e l’attività fisica facciano bene al nostro corpo e alla nostra mente”.Una visione condivisa dall’assessore regionale allo Sport che ha dichiarato: “StreetGames è un progetto ludico ricreativo encomiabile, che farà vivere momenti di sport e di protagonismo giovanile a un vasto territorio della nostra regione”.A illustrare la kermesse è intervenuto il presidente dell’associazione StreetGames, Michele Belletti, che oltre alla finalità dell’integrazione ha sottolineato l’obiettivo della valorizzazione, sotto l’egida della “passione sportiva”, dei territori e dei loro spazi. Attraverso lo sport si contribuisce al recupero degli spazi pubblici e alla difesa dell’ambiente, a vivere la città con maggiore sicurezza, a sentirsi più uniti all’interno della collettività, a offrire occasioni di intrattenimento per chi d’estate rimane in città.Un plauso all’iniziativa è stato espresso anche dall’assessore regionale alle Politiche sociali Augusto Ferrari, che ha riconosciuto come la passione per lo sport coniugata all’alta professionalità degli ideatori del progetto lo abbia tradotto in un evento sostenibile e in grado di estendersi da Novara ad altre città.StreetGames 12 prevede la partecipazione anche di diversi atleti disabili e l’impegno della manifestazione per l’acquisto di macchinari utilizzati per la ricerca sulla Sla e Parkinson. Non mancheranno infine proposte dedicate ai più piccoli, un’occasione per avvicinare i bambini ai valori etici dello sport. v.s.

Distrugge l’alloggio dei genitori

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia OMEGNA - È in carcere a Verbania il 45enne con precedenti penali che, sabato 20 maggio, aveva fatto irruzione nell’alloggio dei genitori scavalcando il balcone e, in preda ad un eccesso d’ira, ha iniziato a sfasciare tutto ciò che gli capitava a tiro. Era la quinta volta in 72 ore che gli agenti agli ordini del vicequestore aggiunto Mauro Patera sono stati costretti ad intervenire su richiesta dei familiari dell’uomo, O. C. le iniziali, da poco rientrato in Italia, dopo un lungo periodo trascorso all’estero. All’arrivo della Volante del commissariato della  Polizia di Stato di Omegna il pregiudicato, anziché calmarsi, ha iniziato ad inveire contro gli agenti e a minacciarli. Per neutralizzarlo è stato necessario ricorrere allo spray al peperoncino in dotazione alla Polizia di Stato del Verbano Cusio Ossola dallo scorso anno. Dopo averlo immobilizzato, i poliziotti, hanno recuperato la bustina di colore bianco che O. S. aveva gettato dal balcone all’arrivo dell’auto della Volante. Il contenuto, sottoposto ad analisi, risultava essere cocaina, di 7 grammi il quantitativo. L’uomo, a carico del quale sono stati accertati numerosi precedenti penali, è stato arrestato e portato in carcere a Verbania. Dopo l’arresto, il commissariato  di Omegna, ha ricostruito il curriculum criminoso di O. S. e l’ha recapitato alla procura della Repubblica di Verbania che dovrà chiederne il rinvio a giudizio e formulare le relative richieste di pena. Per le minacce ai familiari e il possesso della cocaina deve rispondere di detenzione ai fini di spaccio, violazione di domicilio, resistenza a pubblico ufficiale. m.r.

A Borgomanero la tradizionale processione in onore di Maria Ausiliatrice (FOTOGALLERY)

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia BORGOMANERO –  Erano almeno un migliaio i fedeli che hanno partecipato mercoledì sera alla tradizionale processione in onore di Maria Ausiliatrice che è stata preceduta dalla celebrazione nella chiesa del Collegio  “Don Bosco” da una solenne messa presieduta da don Fabio Mamino, già assistente dell’istituto salesiano cittadino, ordinato sacerdote lo scorso 13 maggio a Torino dall’arcivescovo del capoluogo piemontese monsignor Cesare Nosiglia.  Con Don Fabio hanno concelebrato il direttore del “Don Bosco” don Giuliano Palizzi e il prevosto di Borgomanero don Piero Cerutti. A rendere ancora più solenne la funzione la corale giovanile salesiana diretta dalla professoressa Serena Borgna. Si è quindi formato un corteo che, preceduto dalla Banda Musicale “Martinetti” di Gozzano ha percorso via De Gasperis, via Torelli, corso Sempione, corso Garibaldi prima di arrivare nella Collegiata di San Bartolomeo in piazza Martiri per un momento di preghiera. La statua della Madonna Ausiliatrice per tutto il tragitto è stata portata a spalle dagli studenti del “Don Bosco”. Nelle foto, di Panizza, alcuni momenti della solenne processione. La sera precedente molti borgomaneresi avevano partecipato alla veglia nella chiesa dell’Ausiliatrice a Torino. Carlo Panizza

"Scena&Poesia", i vincitori della prima edizione del premio

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia Sono stati decisi i nomi dei tre vincitori della prima edizione del Premio "Scena&Poesia" per testi teatrali inediti in prosa o in versi, promosso dall’Associazione Teatro delle Selve di San Maurizio d'Opaglio e Giuliano Ladolfi Editore. Il premio, sostenuto da Fondazione Cariplo e Centro Culturale "Don Pietro Bernini", in collaborazione con Teatro degli Scalpellini, comune di San Maurizio d’Opaglio (No), Istituzione Museo del Rubinetto, prevede un primo premio in denaro di 500 euro, cui si aggiunge la pubblicazione; e un secondo e terzo premio consistenti nella sola pubblicazione per la Collana di Teatro di Ladolfi Editore. I tre testi saranno raccolti in un unico volume. Alla segreteria sono pervenuti 177 testi inediti in prosa e in versi provenienti da tutta Italia, isole comprese. Presenti molti autori di età compresa tra i 20 e i 35 anni. Dopo una fase di lettura e valutazione è stata selezionata una rosa di 15 testi, di qualità mediamente alta, da cui sono emersi infine i tre vincitori. La Commissione di esperti chiamata a valutare le opere era così composta: Laura Pariani (scrittrice); Lucilla Giagnoni (attrice e autrice); Andrea Temporelli (poeta e critico); Franco Acquaviva (attore e regista); Giulio Greco (attore e critico). Il primo premio è stato assegnato all'opera "Trittico delle bestie" di Niccolò Matkovich (Roma); seguono "Recruit – Reclute", di Luca Paglia (L’Aquila) e "All’apparir del vero. Dialogo di Giacomo Leopardi e della Morte" di Antonio Piccolo (Napoli). A brevissima distanza, in ordine di punteggio, altri due testi degni di segnalazione: "56, notturno", di Gabriele Romizi (Terni); "Il Carrefour è aperto anche di notte", di Giulia Lombezzi (Milano). Le altre opere entrate a far parte della selezione finale sono: Roberto Attias, Avenida del Sol; Giancarlo Loffarelli, Erinni; Marco Schiavon, I mangiatori dei fiori di loto; Mariagrazia Rispoli, Il brodo di Touraya; Giacomo Carbone, Il ventre del padre; Maria Luisa Usai, Istrale; Chiara Boscaro-Marco Di Stefano, La città che sale; Beatrice Simonetti, La rivoluzione permanente; Chiara D’Ostuni, Mia sorella; Francesco Puleo, Trovato, favoletta sull’esistere. v.s.

Nel Cusio si moltiplica l'offerta turistica

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia SORISO - Lunedì 22 maggio la Provincia di Novara ha sottoscritto due nuovi Protocolli  per moltiplicare le possibilità per i visitatori che scelgono il lago d’Orta. La sinergia tra Provincia, Comune, navigazione lago d’Orta, ATL e la società Geoexplora, che si occupa di mappature e sentieristica, creerà nuove occasioni, come il pellegrinaggio dal molo di San Filiberto fino al paese, valorizzerà l’estate sorisese e l’ostello di sei camere che potenzierà l’accoglienza. “Questo Protocollo va nella direzione di favorire un turismo di nicchia e di valorizzare un piccolo centro come Soriso –ha ricordato il sindaco Augusto Cavagnino- pur non affacciandoci sul lago le sinergie con la navigazione ci consentono di aumentare il numero di visitatori”. Un simile accordo è stato sottoscritto dalla Provincia anche a Pettenasco, con il Comune e altri partner come Distretto Turistico dei Laghi, associazione Asilo Bianco e associazione Nordic Walking. “Per la nostra realtà fortemente turistica è indispensabile fornire nuove occasioni di intrattenimento –spiega il sindaco Franco Sartirani- abbiamo sei alberghi e sei campeggi, con visitatori interessati a molteplici esperienze”. Il Protocollo prevede tra l’altro una forte spinta sul turismo green e sulla valorizzazione della sentieristica, mettendo a disposizione spazi pubblici percorsi di “Nordic Walking” e formazione per gli operatori turistici.  “Questi nuovi accordi potenziano quelli sottoscritti dal presidente Matteo Besozzi due mesi fa a Pella riguardo il trasporto gratuito delle biciclette sui battelli della navigazione –spiega la consigliera delegata Laura Noro- la Provincia sta spingendo molto sulla valorizzazione turistica e la vocazione “green” del Cusio è una specificità a cui crediamo moltissimo in un’ottica di sinergia tra sport e tempo libero a contatto con la natura”.

Donato un ecografo portatile al Dea dell'ospedale di Borgomanero

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia BORGOMANERO - La famiglia Biaggi, in memoria di Sandro Biaggi, ha donato un ecografo portatile completo di sonda lineare convex e cardiologica alla Struttura Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza del Presidio Ospedaliero di Borgomanero dell’Asl No.  "L’ultima cosa che ti aspetti è di ereditare da un fratello – afferma la sorella Ester – nella vita ognuno di noi costruisce la sua famiglia, mio fratello aveva noi. In accordo con i miei genitori, Oreste e Carla e mio fratello Giorgio, abbiamo pensato di destinare una parte dell’eredità per fare qualcosa di utile per le persone e, grazie all’interessamento di un amico di famiglia il dottor Maurizio Carolo, abbiamo contattato il dottor Claudio Didino che ci ha segnalato l’esigenza di un ecografo per la Struttura da lui diretta"."Si tratta del secondo ecografo a disposizione dei Medici del Dea che permette di espletare un esame ecografico focalizzato – dichiara Arabella Fontana, direttore Sanitario dell’Asl No - E’ utilizzato per tutti i pazienti critici, anche in età pediatrica, con poli trauma, dolore toracico, arresto o scompenso cardiaco, dolore addominale, shock, ipotensione ecc… e  consente il completamento della diagnosi per identificare rapidamente le cause e per eseguire eventuali procedure eco guidate o assistite. E’ un’apparecchiatura importante per la Struttura di Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza, che ha circa 50.000 accessi all’anno, in grado così di fornire risposte sempre più appropriate e di qualità ai bisogni di salute del territorio".L’utilizzo, ad uso esclusivo del Dea, è stato preceduto da un apposito corso di formazione ai medici e agli infermieri."Ringraziamo la famiglia Biaggi per questa donazione – afferma Tamara Ferrante, dirigente medico di Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza – Si tratta di un’apparecchiatura a beneficio dei pazienti e dell’Asl No, consentendo diagnosi accurate e mirate. Non perdiamo tempo ma guadagniamo tempo, con la riduzione di ulteriori indagini anche invasive; non richiede, inoltre, l’esposizione alle radiazioni ed è meno costosa rispetto alla tomografia computerizzata, pur essendo altrettanto  accurata"."Anche gli infermieri  esprimono il loro grazie alla Famiglia Biaggi – dichiara l'infermiere Davide Scilironi – i primi, insieme alla Rianimazione ad essere formati all’uso dell’ecografo".  v.s.

"Gaudete! Festival", primo concerto a Romagnano

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia ROMAGNANO SESIA - E' stata presentata a Romagnano la decima edizione del festival internazionale di musica antica "Gaudete!", un progetto culturale organizzato e promosso da Triacamusicale, con la direzione di Mara Colombo. La rassegna si compone di 11 eventi tra concerti, presentazioni di libri, teatro e arte dal 27 maggio al 16 dicembre. il primo appuntamento è quindi per sabato 27 maggio alle ore 21 in Chiesa Madonna del Popolo a Romagnano con il concerto "Le stagioni di Vivaldi ...dell’ebrezza e del delirio..." cantate di Nicola Porpora e Riccardo Broschi con l'Orchestra Giovanile dell’Accademia dell’Annunciata di Abbiategrasso, Carlo Lazzaroni, violino solo, Rachel O’ Brien, mezzosoprano Riccardo Doni, clavicembalo e direzione. Ingresso, come per tutti gli altri concerti, a 5 euro. Per informazioni www.gaudetefestival.com, tel. 348 8209119. v.s.

Basket, beffa Paffoni costretta a gara 5

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia PIACENZA - Beffata nel finale la Paffoni Omegna, che manca per un solo canestro l’accesso alla finale promozione, ed è così costretta a rimandare tutto alla decisiva gara5 in programma domani sera alle ore 20.30 al PalaBattisti di Verbania. Omegna prova a prendere subito in controtempo gli avversari, aprendo il primo periodo con un parziale di 5-0. Piacenza accusa il colpo e sembra non riuscire a trovare le adeguate contromosse, finendo presto sotto di nove lunghezze (2-11 al 4’). Un mini-parziale di 4-0 sembra rimettere in carreggiata gli emiliani, ma la Paffoni torna presto a spingere, raggiungendo la doppia cifra di vantaggio (6-16 al 7’). Nel finale di primo periodo i padroni di casa riescono a ridurre lo scarto, arrivando alla sirena sul 12-16. Nel secondo periodo si completa la rimonta dei locali, che poco alla volta ricuciono definitivamente lo strappo, trovando il primo vantaggio della partita a metà del secondo quarto (20-18 al 15’). Nella fase centrale della frazione si segna col contagocce: Piacenza sembra adesso poter prendere le redini dell’incontro, arrivando a sfiorare la doppia cifra di vantaggio. Una tripla allo scadere di Arrigoni limita i danni per Omegna, fissando il punteggio all’intervallo lungo sul 32-26. Al rientro in campo la Paffoni torna in partita, ricucendo il divario e tornando al comando (34-35 al 24’). La partita è adesso molto equilibrata, con le due formazioni che procedono sostanzialmente appaiate: Omegna sembra poter prendere un minimo margine di vantaggio, ma sulla sirena l’ex Nazionale Matteo Soragna sigla la tripla del -1 (50-51 al 30’). L’ultimo quarto è un’autentica battaglia: Piacenza torna subito avanti, ma la Paffoni non si fa intimorire e risponde colpo su colpo. La partita è equilibratissima: Fratto riporta avanti di uno i suoi a un minuto e mezzo dalla fine (64-65 al 38’), ma Banti risponde prontamente per il +1 Piacenza. Nell’ultimo periodo Omegna fallisce un paio di conclusioni per il possibile sorpasso: dall’altra parte anche i locali mancano il canestro della staffa. L’ultimo tiro è nelle mani di Simoncelli, che però viene stoppato. Vince Piacenza col punteggio di 66-65: si va a gara5. Emanuele Lanzo

Cuochi e migranti, il progetto delle Pro Loco di Lago d’Orta ed Alto Novarese

| Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia CUSIO - Diverse le novità e i progetti del Consorzio Pro Loco Lago d’Orta ed Alto Novarese emerse nell’ultima recente seduta che ha visto rappresentate circa metà delle varie associazioni consorziate, nella persona del presidente o di un suo delegato. Il Consorzio (formato da una ventina di Pro Loco che vanno da Borgomanero ad Omegna e comprendono località lacustri ma anche collinari) è stato per una decina d’anni presieduto da Fabrizio Morea che ora passa il testimone, pur mantenendo la disponibilità a continuare a seguire iniziative di promozione e sviluppo. Rinnovato dunque il Consiglio direttivo. Nuovo presidente eletto è Riccardo Milan, che si riserva però di accettare la carica dopo aver chiarito la propria situazione con Pro Loco Omegna, dove è segretario. Differita anche la scelta degli organi sociali a data da destinarsi, visto il periodo elettorale ad Omegna. Nel direttivo oltre a Milan e Morea, un rappresentante della Pro loco di Miasino (ancora da designare), Massimo Zanetta (rappresentante Unpli Novara e Pro loco di Borgomanero) e Alessandro Ghione (Pro loco di Coiromonte). Tra le attività in corso o in fase di organizzazione, tra fine agosto e i primi di settembre, la promozione di una visita ad Ivoire (Francia, nella foto) che riguarderà il borgo medievale della cittadina con l’antico ‘Giardino dei sensi’. Probabile il trasferimento in Alta Savoia con successiva sosta all’antica Abbazia di Tamiè. Inoltre, ha riscosso interesse tra le associazioni presenti la possibilità di stipulare una convenzione con la cooperativa Versoprobo che sta gestendo l’accoglienza e la permanenza di richiedenti asilo nel Cusio. La cooperativa, facendo presente che diversi suoi ospiti posseggono l’attestato per il regolare svolgimento della professione di cuoco (svolta presso le strutture che li ospitano o ristoranti), propone tra primavera ed estate, data la provenienza dei giovani da Africa o Asia, la realizzazione di serate gastronomiche a tema con piatti tipici di questi Paesi nell’ambito di feste o sagre locali.   Nell’ambito dell’incontro si è anche discusso del punto informativo turistico di Legro, per il quale si è in attesa di riscontri da parte del Comune di Orta. Infine Morea ha reso noto di aver inviato una lettera di richiesta delucidazioni alla Regione Piemonte circa il riconoscimento ufficiale dei Consorzi di Pro loco, anche a fini di formalizzazione fiscale e bancaria, essendo state richieste l’iscrizione alla Cciaa e all’Albo provinciale. Prossimamente, visto che era stato comunicata l’ufficialità, nell’Albo provinciale, solo delle Pro loco (non dei Consorzi), vi sarà un’esplicita richiesta di chiarimenti in merito anche presso Unpli. Maria Antonietta Trupia
ITOF sotto scoop
Presentata a Torino la...
Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia Articolo del: 25-05-2017

Gli "StreetGames" tornano a Omegna

18-12-2015
| Papa Francesco e “Rassa Nostrana”
08-09-2015
| il filmato del primo volo dell F35 a Cameri
16-03-2011
| Coffee Party - Appuntamento di Pernate con il Corriere di Novara
14-03-2011
| SPORTS NEWS - Pinardi prima di Atalanta - Novara
14-03-2011
| SPORTS NEWS - Parlano Andrea Lisuzzo e Marco Rigoni
Vai alla sezione Fotogallery completa » Guarda tutti i video »
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
AIN - ASSOCIAZIONE-INDUSTRIALI-NOVARA
Banner quadrato 03 - centro il gallo
Banner quadrato 04 - locauto
^ Top
"POPUP"