Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 23 gennaio 2018
Articolo di: mercoledì, 30 gennaio 2013, 12:56 p.

Ghemme, peggiorano i dati di acqua e aria

La settimana prossima tavolo tecnico in Prefettura sulla discarica

GHEMME – Un tavolo tecnico per valutare la situazione della discarica di Ghemme alla luce dei risultati del monitoraggio su acqua e aria effettuato dall’Arpa. I dati raccolti nel corso del 2012 sembrerebbero delineare un cambiamento in peggio delle condizioni del sito in località Solaria, tanto da indurre l’Agenzia Regionale per l’Ambiente a consigliare ulteriori approfondimenti. E così martedì 5 febbraio, Prefettura, Comune, Provincia, Arpa, Consorzio Rifiuti Medio Novarese e Daneco (la società che gestisce l’impianto) si troveranno a Novara per una riunione sul tema.

Un primo incontro c’è già stato qualche giorno fa in Prefettura, a cui fa seguito la convocazione del tavolo allargato. A quanto pare, proprio su sollecitazione dell’ufficio territoriale del Governo. “Purtroppo le nostre preoccupazioni si stanno dimostrando fondate – sottolinea il sindaco di Ghemme, Alfredo Corazza – L’inquinamento sembra aumentato, a dimostrazione che è già difficile gestire il sito in condizioni normali, figuriamoci se arriveranno altri rifiuti”. 

In attesa delle decisioni del tavolo tecnico, il Comune di Ghemme ha già preparato le contro-mosse. “Chiederemo ancora una volta alla Provincia di rinunciare al progetto sulla discarica di Ghemme e stiamo valutando una nuova ordinanza per evitare che nel sito arrivino nuovi rifiuti” anticipa il primo cittadino. Sull’area della discarica il Comune di Ghemme e il Comune di Cavaglio d’Agogna avevano già emesso un divieto di accesso temporaneo a protezione della salute pubblica. 

Lucia Panagini

[nella foto: Alfredo Corazza, sindaco di Ghemme]


Articolo di: mercoledì, 30 gennaio 2013, 12:56 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top