Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 19 gennaio 2018
Articolo di: venerdì, 17 agosto 2012, 6:57 p.

"Grazie ai volontari che hanno lavorato per Torino-Getafe"

Così il Borgomanero Calcio dopo l'amichevole internazionale dei giorni scorsi

BORGOMANERO - Soddisfazione dall'Asd Calcio Borgomanero per la buona riuscita dell'amichevole internazionale tra Torino e Getafe del 9 agosto. Oggi la società in una nota stampa ringrazia i vigili urbani, il Gruppo Alpini e la C.R.I di Borgomanero, il Torino club di S.Maurizio d’Opaglio, e tutti i volontari che hanno partecipato alla realizzazione dell’amichevole. A Borgomanero sono giunti tifosi granata e appassionati da tutto il nord Italia per un totale di 2500 spettatori presenti allo stadio e ben 15 testate giornalistiche accreditate. “Ogni anno – dichiara il Direttore Sportivo Massimo Macchi – riusciamo a organizzare partite amichevoli di massimo livello nazionale e internazionale, fieri di poter veicolare il nome di Borgomanero, città che abbiamo l’onore di rappresentare a livello calcistico. Giovedì sera è andato tutto molto bene senza nessun intoppo. E’ stata una bella festa e una soddisfazione vedere lo stadio pieno al nove di agosto nella periodo più vacanziero dell’anno. Tifosi provenienti da diverse regioni italiane hanno potuto conoscere Borgomanero. Una mia personale soddisfazione è quella di aver visto fra il pubblico numerosi bambini che hanno avuto la possibilità di vedere campioni internazionali a due passi da casa. Il Torino ha affidato a noi l’organizzazione di questa partita e noi abbiamo accettato pur senza alcun ritorno economico se non la soddisfazione di portare a Borgomanero una partita così importante. Devo dire che tutto lo staff è stato decisamente all’altezza della situazione. Un ringraziamento particolare va a tutti i volontari che hanno lavorato a questa partita e ai 3 esercizi più il Torino club di San Maurizio d’Opaglio che si sono prestati gratuitamente alla prevendita dei biglietti”.

Lucia Panagini

Articolo di: venerdì, 17 agosto 2012, 6:57 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top