Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 20 novembre 2017
Articolo di: giovedì, 10 maggio 2012, 9:53 p.

Protesta sulla discarica di Ghemme in Provincia

Striscione eloquente esposto da Brusotti

NOVARA - "Provincia??? A Ghemme vino-miele-pane o rifiuti??". Con questo eloquente striscione oggi pomeriggio, giovedì 10 maggio, Davide Brusotti, capogruppo di minoranza della lista "Viva Ghemme Viva", ha animato non poco l'ultima seduta di Consiglio provinciale. A Palazzo Natta, infatti, era in discussione il bilancio consuntivo del 2011, appena illustrato dall'assessore competente e vicepresidente della Provincia, Luca Bona.Un Consiglio interrotto dall'entrata in aula di Brusotti, che, insieme a un altro ghemmese, ha esposto lo striscione. Accanto allo striscione anche un cartellone con narrata l'intera vicenda della discarica di Ghemme.

Non appena i due hanno cercato semplicemente di aprire lo striscione sono stati apostrofati dalla presidente del Consiglio provinciale, Lavinia Calabrò, di non farlo, altrimenti avrebbe fatto intervenire la Polizia. A questa frase, Brusotti ha esclamato: "era quasi più democratica la precedente Giunta, quella di Vedovato, di sinistra. Non ci ha mai cacciati così. E va detto che io sono di destra, è tutto dire".

Tempo pochi minuti e l'apertura dello striscione e i flash dei giornalisti e il poliziotto in servizio a Palazzo Natta è entrato in aula, invitando i due 'intrusi' a uscire.

I due erano intervenuti per protestare per l'esito della conferenza dei servizi sulla discarica, che la scorsa settimana ha preso la sua decisione definitiva, cui si oppone il sindaco di Ghemme, ma anche, come evidenziato oggi, Brusotti, che ha consegnato un documento ai giornalisti.

Documento a sua firma e a firma di Davide Ferrario, altro rappresentante della minoranza a Ghemme e dei "Cittadini di Ghemme"."La Provincia - si legge - ha dato parere favorevole al conferimento delle terre contaminate, provenienti dal sito della Beatrice di Borgomanero. Nonostante il Comune di Ghemme e i cittadini siano contrari a questa ipotesi. Per chiudere la discarica non è necessario conferire altri rifiuti, basterebbe completare il Capping finale come da progetto. E' evidente che attorno a questa operazione ruotano grandi interessi come dimostrano i pareri favorevoli espressi da Provincia, Consorzio, Comuni e gli Enti preposti al controllo della discarica. Noi non ci stiamo, abbiamo un territorio che il nostro presidente identifica come pregiato, abbiamo una storia fatta di vino, gastronomia e qualità della vita, non possiamo accettare che per risolvere i problemi di qualcun altro vengano conferiti ancora rifiuti in una discarica dichiarata come sito contaminato".

Monica Curino

Articolo di: giovedì, 10 maggio 2012, 9:53 p.
youkata

Dal Territorio

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero

Cucinare senza glutine: il corso a Borgomanero
BORGOMANERO - Secondo i dati ufficiali contenuti nel rapporto redatto dal Ministero della Salute, in Italia nel 2014 i celiaci erano 172.197, con un incremento di quasi ottomila unità rispetto al 2013 e addirittura di 23.500 rispetto al 2012. La celiachia è definita dalla scienza medica come una infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine(...)

continua »

Altre notizie

^ Top