Corriere di Borgomanero

Periodico Indipendente di Borgomanero, Cusio e Bassa Sesia

montipo

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 25 febbraio 2018
Articolo di: giovedì, 18 ottobre 2012, 3:15 p.

Sanatoria migranti, poche domande anche da Borgomanero

All’Inca Cgil della città agognina 90 consulenze e solo 20 domande presentate

BORGOMANERO – Si sono chiusi lunedì i termini della mini-sanatoria che permetteva a chi impiega immigrati in nero di metterli in regola evitando sanzioni. A livello nazionale si è parlato di flop e anche il novarese non sembra fare eccezione. I numeri non sono ancora definitivi ma le richieste non dovrebbero superare in Provincia le 900 unità, contro le 2000 domande pervenute nelle precedente sanatoria del 2009. E a Borgomanero? “Nel mese di finestra per l’emersione dei migranti – testimonia Lara Bozzola di Inca Cgil – abbiamo effettuato a Borgomanero all’incirca 90 consulenze, ma sono state solo 20 le domande effettivamente presentate”. Di quelle 20, soltanto una per lavoro subordinato e le restanti 19 per lavoro domestico (colf, badanti e baby sitter). Come mai questa discrepanza di numeri? “I motivi sono due – spiega Bozzola - Da un lato l’alto costo per presentare la domanda, 1000 euro più 6 mesi di contributi arretrati; dall’altro la difficoltà di interpretazione della norma che prevedeva di dimostrare la presenza in Italia prima del 1° gennaio 2012 con un documento ufficiale di un ente pubblico”.

Lucia Panagini  

 

Articolo di: giovedì, 18 ottobre 2012, 3:15 p.

Dal Territorio

Elisa e la scelta di partorire in casa

Elisa e la scelta di partorire in casa
GARGALLO L’intimità di un momento unico, vissuto in casa con la propria famiglia, partecipe dell’evolversi dell’evento. Elisa Botto Steglia ci accoglie, a poche settimane dal parto, sorridente e serena con il suo bimbo in braccio. Sullo sfondo della stanza i disegni colorati del suo primo figlio. Per la giovane mamma la decisione di partorire a casa (seguita ad un(...)

continua »

Altre notizie

^ Top